EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish
                            
Home Ristorante Camere Itinerari Maps

Società Sportive Tour Operator

Hotel Ristorante Capirro è situato a 2 Km dal casello autostradale A14, a Trani; la leggenda attribuisce la sua fondazione a Tirreno, figlio dell’eroe omerico Diomede, ma la prima traccia storica di Turenum è nella Tabula Peutingeriana, itinerario romano del III sec.d.c. per cui si potrebbe collocare l’origine di Trani al I sec. Trani è riuscita a conservare le bellezze naturali: porto, villa sul mare, penisola di Colonna, inserendo in esse un prodotto architettonico di alto livello storico ed artistico, che si è mantenuto integro fino ai nostri giorni.

Trani:

Pinacoteca comunale Ivo Scaringi ha mostra permanente di 87 opere dell'artista, allestite in sette sale al primo piano di Palazzo Beltrani. Palazzo Beltrani, nel borgo antico, è un luogo rappresentativo della città, anche per essere stato nell'Ottocento la dimora di Giuseppe Beltrani (per due volte sindaco), un vero e proprio mecenate delle arti, tanto da promuovere i restauri del teatro comunale (purtroppo demolito nel 1958) e da essere committente del sipario dipinto da Biagio Molinaro.


La cattedrale di San Nicola Pellegrino è il principale luogo di culto cattolico della città di Trani, in Puglia, sede vescovile dell'arcidiocesi di Trani-Barletta-Bisceglie. Inserita nella lista delle "meraviglie italiane", si tratta di un esempio di architettura romanica pugliese. La sua costruzione è legata alle vicende di san Nicola Pellegrino, risalenti all'epoca della dominazione normanna. Fu costruita usando la pietra di Trani, un materiale da costruzione tipico della zona: si tratta un tufo calcareo, estratto dalle cave della città, caratterizzato da un colore roseo chiarissimo, quasi bianco.


Il castello svevo di Trani fu edificato nella città di Trani nel 1233, sotto il regno di Federico II di Svevia. La costruzione fu iniziata nel 1233 e le opere di fortificazione furono completate nel 1249, secondo il progetto di Filippo Cinardo, conte di Acquaviva e Conversano, gran conestabile e ingegnere militare dell'imperatore, e a cura di Stefano di Romoaldo Carabarese, con fortificazioni "davanti e intorno al castello". Il castello era stato edificato su un banco roccioso situato al centro della rada di Trani, in una zona di basso fondale, che lo proteggeva da eventuali assalti dal mare.


Andria:

Il Castel del Monte è un edificio del XIII secolo fatto costruire dall'imperatore Federico II in Puglia, nell'attuale frazione omonima del comune di Andria, a 18 km dalla città, nei pressi della località di Santa Maria del Monte. È situato su una collina della catena delle Murge occidentali, a 540 metri s.l.m. È stato inserito nell'elenco dei monumenti nazionali italiani nel 1936 e in quello dei patrimoni dell'umanità dell'UNESCO nel 1996.


Alberobello:

I trulli sono antiche costruzioni in pietra a secco, coniche, di origini protostoriche tipiche ed esclusive della Puglia centro-meridionale. Nonostante nelle zone di sviluppo dei trulli si rinvengano reperti archeologici di epoca preistorica, o fondazioni di capanne in pietra risalenti all'età del bronzo, non esistono trulli particolarmente antichi: questo sarebbe giustificato dal fatto secondo cui piuttosto che provvedere alla riparazione dello stesso in caso di dissesto, si preferiva abbatterlo e ricostruirlo per motivi economici, riutilizzandone il materiale.


Ostuni:

Ostuni detta anche Città Bianca, per via del suo caratteristico centro storico che un tempo era interamente dipinto con calce bianca, oggi solo parzialmente. Il suo territorio è parte integrante della Valle d'Itria e della Murgia meridionale, al confine con il Salento. Rinomato centro turistico, dal 2008 al 2013 ha ricevuto la Bandiera Blu e le cinque vele di Legambiente per la pulizia delle acque della sua costa e per la qualità dei servizi offerti, divenendo la città con il mare più pulito d'Italia. Nel 2005, inoltre, la Regione Puglia ha riconosciuto il comune come "località turistica".


Castellana:

Le Grotte di Castellana sono un complesso di cavità sotterranee di origine carsica di interesse speleologico e turistico, situato nel comune di Castellana Grotte, nella Murgia, a meno di 500 metri dall'abitato. Annesso al complesso vi è un museo speleologico.


Polignano a mare:

Polignano a Mare sorge su uno sperone roccioso a strapiombo sul mare Adriatico a 33 chilometri a sud del capoluogo. L'economia del paese è essenzialmente basata sul turismo, l'agricoltura e la pesca. Di notevole interesse naturalistico sono le sue grotte marine e storicamente importanti sono il centro storico e i resti della dominazione romana. Tra questi ultimi il ponte della via Traiana, tuttora percorribile, che attraversa Lama Monachile. 


Matera:

I Sassi di Matera costituiscono il centro storico della città di Matera. Il Sasso "Caveoso" ed il Sasso "Barisano", insieme al rione "Civita", formano un complesso nucleo urbano. I Sassi di Matera sono stati iscritti nella lista dei patrimoni dell'umanità dell'UNESCO nel 1993. Sono stati il primo sito iscritto dell'Italia meridionale. L'iscrizione è stata motivata dal fatto che essi rappresentano un ecosistema urbano straordinario, capace di perpetuare dal più lontano passato preistorico i modi di abitare delle caverne fino alla modernità.


San Giovanni Rotondo:

La chiesa di Padre Pio, anche conosciuta come Santuario di San Pio, è un luogo di culto cattolico di San Giovanni Rotondo, in provincia di Foggia, nel territorio dell'arcidiocesi di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo. Commissionata dall'Ordine dei Frati Minori Cappuccini della provincia di Foggia, venne progettata dall'architetto italiano Renzo Piano e costruita dall'impresa Pasquale Ciuffreda di Foggia, per contenere degnamente le migliaia di pellegrini che ogni anno giungono a onorare la memoria di Padre Pio da Pietrelcina. L'opera è stata quasi completamente finanziata dalle offerte dei pellegrini.


Gargano:

Il Gargano, noto anche come Sperone d'Italia è una subregione dell'Italia che coincide con l'omonimo promontorio montuoso che si estende nella parte settentrionale della Puglia e corrisponde alla parte orientale della Provincia di Foggia. È interamente circondato dal Mare Adriatico, tranne ad ovest, dove confina con il Tavoliere. È tra i principali poli turistici della Regione Puglia (4 milioni le presenze nel 2011, più del Salento). Nel suo territorio è ricompreso il Parco Nazionale del Gargano. Ha ospitato, grazie alla varietà e unicità dei percorsi di gara (Foresta Umbra, centri storici e zone costiere) numerose gare internazionali di orienteering.


Bari:

Il Teatro Petruzzelli, di proprietà della famiglia Messeni Nemagna, è il massimo contenitore culturale della città di Bari, il quarto teatro italiano per dimensioni e il più grande teatro privato d'Europa. Ubicato nel pieno centro della città, si affaccia su Corso Cavour.


Molfetta:

Miragica è un parco divertimenti dell'Italia meridionale situato nella zona Asi del comune di Molfetta (Bari). Il parco è stato inaugurato il 3 aprile 2009 e resta aperto da aprile a novembre e nel periodo tra il 22 dicembre e il 6 gennaio. La superficie complessiva dell'area è di circa 100.000 m², occupati da 23 attrazioni meccaniche, acquatiche e tematiche, un cinema 4D, un'area stunt, un teatro, aree verdi e parcheggi, ma anche un ristorante, un bar, un'area pic nic e punti ristoro. La principale caratteristica del parco è quella di presentare una scenografia (composta da bottiglie, sedie, orologi, casette) in cui la prospettiva gioca su elementi enormi che escono dalla normale esperienza visiva, creando nel visitatore la sensazione di essersi rimpicciolito o ingigantito.


L’Outlet è situato a soli 30 Km dal capoluogo pugliese. In un ambiente tipicamente mediterraneo, le antiche tradizioni del sud Italia si mixano in modo originale con le novità del momento sia in fatto di moda che di life style. Un luogo in cui il piacere dello shopping è arricchito da un’ospitalità generosa e servizi esclusivi. Distanza da aree di interesse turistico Aeroporto Bari > 20 Km Bari > 30 Km Salento > 120 Km Gargano > 150 Km.



Hotel Ristorante Capirro di Cancelliere Francesco
Via Corato   Km 2,6 N° 123 Trani Italy
Tel. +39 0883.580712 Fax +39 0883.589582